slide show – Natura Minima (Minimal Nature)

Natura Minima - ombre

Ciao a tutti.

Questa volta torno alle origini: ho sempre amato le foto di natura, in primis quelle macro. Ho passato i primi anni di fotografia inseguendo insetti, colori, fiori cercando nel particolare una prova della bellezza di quanto è accanto a noi, ogni giorno della nostra vita.

Non preoccupatevi! Non vi ho preparato alcun insetto: ho usato immagini di quello che ogni giorno possiamo vedere e che invece spesso ci sfugge, mentre balliamo la danza ripetitiva della nostra vita.

Concentrandomi su quanto mi circonda spesso ho l’impressione di scollegarmi dalla realtà e raggiungere una grande armonia interiore… che sia simile alla “meditazione”?

Chi s’incammina sulla strada della meditazione può ricorrere al linguaggio della fotografia, così come consiglia il monaco zen Thich Nhat Hanh (clicca qua per saperne di più) quando dice: “I meditanti sanno da sempre di dover usare i loro occhi e il linguaggio del tempo a cui appartengono per esprimere la loro profonda comprensione”.

Buona visione: basta cliccare qui o sull’immagine sopra.

Hi folks.
Just coming back to my roots! I always loved pictures of nature. I spent my first years of photography chasing insects, colors, flowers, looking for the evidence of the beauty of what is around us every day of our lives.
Don’t worry! No macros with spiders or bugs: my slide show is about what lies under our eyes, which are always closed while we sink in the repetitive dance of our life.
Focusing on what surrounds me I often feel disconnected from reality and reach a large inner harmony … it looks like “meditation”?
Who walks the path of meditation can use the language of photography, as recommended monk Thich Nhat Hanh (click here for more) when he says: “The yogis are known for always using their eyes and language of the time they belong to express their deep understanding. “
To look at my slide show just click here or the image above.
Advertisements